Dove il sì suona

Dante gehört uns alle

Martedì 14 gennaio il quotidiano Dolomiten mi aveva fatto sobbalzare. Nelle pagine culturali un grande titolo recitava: “Dante gehört uns allen”. Urca. Ma davvero il quotidiano scritto quasi per definizione nella “lingua di Goethe” stava affermando una cosa del genere? In realtà, il titolo – provvisto di virgolette – era solo una citazione. La frase, insomma, non era stata pensata da un dipendente dell’Athesia, ma si limitava a riportare le parole del Ministro Dario Frenceschini, già pregustante il giubileo del 2021, collocato a 700 anni esatti di distanza dalla morte del celebre fiorentino. Eppure, ripensandoci, che cosa ci sarebbe di così sbagliato se il Tagblatt der Südtiroler sostenesse, di sua spontanea volontà, che l’autore della Divina Commedia appartiene a tutti? Non è forse vero che, a parti invertite, anche Goethe, Kafka o Musil sono in un certo senso di tutti? Non è forse ovvio che alcune opere travalichino i confini della lingua in cui sono state scritte per essere abbracciate da coloro i quali, grazie al preziosissimo lavoro dei traduttori, le possono gustare riversate in un altro idioma? Fra parentesi, risvegliato alla curiosità per questo tema così apparentemente incongruo, ho cercato di documentarmi. Volevo cioè sapere se nella Commedia si evocassero, magari di sfuggita, i nostri luoghi. Ed ecco qua: nel XX Canto dell’Inferno (vv. 61-63) il Sommo Poeta scrive: “Suso in Italia bella giace un laco, / a piè de l’Alpe che serra Lamagna / sovra Tiralli, c’ha nome Benaco”. Benaco è il lago di Garda, e Tiralli – guarda un po’ – è Castel Tirolo, evidentemente già famoso al tempo dell’Alighieri. Se inoltre pensiamo che sotto Castel Tirolo si trova Castel Fontana, in cui trascorse i suoi ultimi anni l’americano Ezra Pound, anche lui fervente ammiratore di Dante, il quadro è completo. La grande poesia non appartiene a un popolo particolare, ma alla Weltliteratur, della quale dovremmo essere tutti riconoscenti lettori.

La colonnina, ff – Ausgabe 06/2020 – 6 febbraio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...