Jung, hochgebildet und zweisprachig

lucio-fontana-copertina

Invecchiare porta a svolgere considerazioni amare e contraddittorie. Così, all’indifferenza per certi fatti (che presuppone distacco) uniremo l’incazzatura (che indica una cospicua prossimità), alludendo – appunto – a una incazzatura indifferente, ossia di breve durata, più fugace della brina che evapora in una bella mattinata di sole. Prendiamo per esempio i risultati delle elezioni umbre. Possiamo davvero prendercela con i poveri umbri, che hanno deposto l’alloro dei vincitori sul capo dei rappresentanti del centrodestra, quindi compiendo la scelta peggiore possibile? Possiamo essere incazzati con questi poveracci di umbri, insisto, se si sono consegnati con le estremità legate (mani e piedi, e persino bendati) al peggior populismo che questo povero Paese sia finora riuscito a concepire? Esistessero alternative praticabili potremmo rammaricarcene. Ma visto che l’alternativa era largamente sputtanata, diciamo le cose come stanno, il trionfo di Salvini e di chi ne fa le veci si è verificato senza concedere neppure un’ipotesi di suspance. Se non ci si può incazzare a lungo, quindi, gioverà coltivare l’indifferenza, ringraziando Dio di non averci fatto votare in quella disgraziata regione. Proviamo però del pari una indifferente incazzatura anche a proposito delle polemicucce nostrane sul doppio passaporto, che hanno preso il posto del fervente (lo dico con sarcasmo) dibattito sul nome “Alto Adige” nella provincia più ricca e stupida d’Italia (va bene, non esiste una classifica attendibile sulla stupidità delle province, ma se giudicassimo alla luce dei temi discussi pubblicamente, al primato potremmo francamente aspirare). Un sondaggio condotto un po’ alla cazzo di cane avrebbe dimostrato infatti che la maggioranza dei sudtirolesi/altoatesini non è interessata molto a questa cosa del doppio passaporto. Eppure, chi si diletta a cercare tra i dettagli la verità delle cose ci ha fatto notare che i più favorevoli non si anniderebbero nella minoranza più anziana, rimbambita e incolta della popolazione (come sarebbe logico pensare). Macché: si tratterebbe proprio di una rappresentativa “jung, hochgebildet und zweisprachig” (giovane, colta e bilingue) a voler avere nei propri cassetti non uno, bensì due di questi librettini color vinaccia ai quali (non venissimo molestati da indagini demoscopiche di tipo onanistico, eseguite su periodico incitamento dei professionisti dell’identità) nessuno altrimenti penserebbe, a parte quelli che devono compiere grandi viaggi. Chissà, forse se anch’io fossi “jung, hochgebildet und zweisprachig” la penserei allo stesso modo. Invece, come dicevo all’inizio, difetto disgraziatamente della prima qualità (io sono mediamente colto, sufficientemente bilingue ma indubbiamente anche vecchio) e quindi ne so abbastanza per vedere quanta cretineria, quanta approssimazione, quanto ciarpame istituzionale, e soprattutto quanto spreco di energie sta dietro a un dibattito (e a una richiesta) del genere. Ahimè, non c’è poi molto da fare. Diceva già Eraclito che “i porci godono della melma più che dell’acqua pura”. E francamente, da qualsiasi parte ci si volti, qui la melma eccede in grandissima misura l’acqua pura, tanto da averne persino estinta la sete.

#maltrattamenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...