Elegia XVI

Talvolta non sono le cose che abbiamo fatto insieme, ma quelle che non abbiamo fatto, che rimpiangiamo di più. Dunque non l’erba smagliante del giardino fiorito attorno al castello di Amras, in un primo giorno perfetto di maggio, o un albergo dell’Attersee, intitolato alla polverosa memoria di Franz Josef. Piuttosto la terra riarsa e ricoperta di aghi di pino piovuti sul passato che viene a trovarci, quando chiudiamo gli occhi e una vela va lenta laggiù, tra un’isola e l’altra.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...