Noi siam venuti dall’Italy

A vent’anni, tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta, il futuro leader leghista ha tentato la carriera di cantante. Si fa chiamare Donato e gira per le balere con la sua band facendo il verso ai cantanti dell’epoca: Fred Buscaglione, Adriano Celentano, Giorgio Gaber. Ha fondato infatti un piccolo gruppo musicale e scritto delle canzoni. Una s’intitola “Col caterpiller”, e contiene un brano che recita così: “Noi siam venuti dall’Italy / Abbiamo un piano / per far la lira / Entriamo in banca col caterpillar / e ci prendiamo il grano”.

Marco Belpoliti, La canottiera di Bossi, Guanda 2012

Che dire? A parte il caterpiller, il piano era esattamente quello. Rubare un po’ di grano grazie alla dabbenaggine di molti elettori e attivisti (per di più razzisti e analfabeti) che negli anni (quasi un quarto di secolo, ormai) hanno sostenuto questa banda di miserabili cialtroni. Non ci voleva poi molto a capire che sarebbe finita in un letamaio, no?

Leggi anche QUI

Advertisements

12 thoughts on “Noi siam venuti dall’Italy

  1. È raccapricciante come, da decenni, il nostro Stato sia gestito da incapaci e fedifraghi. Con buona pace della base elettorale, che accetta tutto. La cosa più inaccettabile è che i vari responsabili (e lo sono tutti: dal più potente al più piccino) ora si tirano indietro. LORO sono responsabili di tutto ciò. LORO. Già pronti a sputare sui piatti dai quali mangiavano. A fare i puri. A riciclarsi. A saltare sul carro del nuovo vincitore.
    Sensazione di nausea senza fine.

  2. Dicono che vogliono fare pulizia, e speriamolo, ma se non ci riuscirà sarà come gli altri partiti, mica peggiore..vero?

  3. Sì, è peggiore. E’ il peggio del peggio del peggio: elogio dell’incultura, razzismo conclamato, rozzezza civile e civica, pernacchie, ombrelli, maghe, fattucchiere, canottiere, scuola radioelettra, festivalbar, miss culetto verde, protervia, arroganza, e un’infinità di BRUTTISSIMI paesi della Padania eretti a sistema estetico.

  4. Bruttissimi paesi, che però portano tasse a favore di tutti; paesi dove si vive male e ci si ammala più spesso, ma si lavora lo stesso; paesi che non sono abituati alle suppliche o a rivendicare regali scambiati per diritti. Non è un sistema estetico, bello, è una pentola che sta scoppiando.

  5. …dove si vive male e ci si ammala più spesso, ma si lavora lo stesso

    E allora son pure coglioni!
    Evvai con la retorica di “quando c’è stato il terremoto in Friuli, tutti si son tirati su le maniche e hanno ricostruito le case, mica come i teròni!”
    Mamma, che tristezza.

  6. Wow, mi portano la tasse al mare. Come sono loro grato, gratissimo. “Meno male che ci sono loro, sennò saremmo un paese da terzo mondo”. E le verdure fanno bene. E il nuoto è certo lo sport più completo,

  7. Comunque a Luigi e ai suoi amici consiglierei di sedersi sulla “pentola che sta scoppiando”: magari è la volta buona che vi levate dai coglioni. E pensa alla vita su un pianeta inospitale come Marte: oltre a essere incommensurabilmente più a nord dell’Italia, ci si vive male e ci si ammale parecchio. Ma sai il lavoro che c’è da fare?

  8. A GattoMur e a n_p: siete piuttosto acidi, ma forse è solo astio e magari anche paura per realtà (il Veneto) non conosciute se non attraverso la stampa.
    Io non ho rapporti con la Lega, ho solo girato un pò il bel paese e non ho pregiudizi, perlomeno cerco di non averli, anche se leggendo i vostri commenti un pò di superiorità me la sento, devo ammetterlo.
    Se la Lega ha le caratteristiche che dite, vi accoglierà subito come fratelli.

  9. Luigi, tu avrai anche girato il bel paese: ma non hai imparato bene l’ortografia della sua lingua, dato che scrivi per due volte “un po’” con l’accento…
    Comunque un po’ acido mi sembri tu, che addirittura accampi una pretesa superiorità. Per cosa poi non si capisce.
    La frase finale sull’essere accolti nella Lega come fratelli, poi, non si capisce che vuol dire. Boh.
    Senti, ma se non c’hai un cazzo da rispondere, evita di farlo, no? Oppure, invece che scrivere ‘ste stronzate, attacca, offendi, ingiuria: meglio quello che leggere un commento pietoso come quello sopra, va’.
    Sta’ in salute, veh. E non umiliarti così, dai: sei sicuramente meglio, nella realtà, di questa immagine misera che offri virtualmente.

  10. Ciao professore GattoMur…..mi sembri proprio acido.., peccato per i tuoi allievi…non si ricorderanno il loro prof dopo 40 anni come ho la fortuna di poter fare io per i miei prof del liceo. Valà, stammi bene che non ti disturbo più.. e per il pò scusami ….non pensavo di scrivere un compito in classe.
    …..bastonatemi pure finchè non ci sono….. by by .. addio.

  11. No, Luigi, io non ti bastono finché non ci sei, non sono mica così codardo.
    Io ti do, direttamente, del coglione. E mi piacerebbe potertelo dire direttamente: dammi un appuntamento.
    Te lo argomento anche: mi spieghi cosa cazzo c’entra il mio lavoro etc. con quanto si è detto qui? Ma è possibile che uno che non riesce a rispondere a modo, a un certo punto debba tirare fuori gli alunni etc., mettendo in dubbio le capacità lavorative di qualcuno che nemmeno conosce?
    Quindi, Luigi: o mi rispondi qualcosa di pertinente, o, per favore, eviti di tirare in ballo qui cose che non c’entrano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...