Party Girl

“I know a girl, a girl called Party, Party Girl”, cantavano una volta gli U2 alla stregua di Apicella irlandesi. Parliamo dunque di feste. Mi chiedo: ma perché Silvio Berlusconi, alle sue feste, non invita donne come Roberta De Monticelli? Roberta De Monticelli, filosofo, docente presso l’Università-Vita-Salute San Raffaele di Milano, quella fondata da Don Verzé – amicone di Berlusconi – e con sede (ma tu guarda un po’ le coincidenze…) in via Olgettina 58. Con Roberta De Monticelli il premier non correrebbe certo il rischio di essere spiato, né i suoi ospiti quello di essere intercettati. E nemmeno Emilio Fede. O Lele Mora. Ce lo vedete voi Lele Mora che parla con Roberta De Monticelli di San Tommaso?

Comunque. Ecco quello che scrive Roberta De Monticelli nel suo ultimo libro, La questione morale (Raffaello Cortina Editore):

La discesa in campo politico dell’interesse affaristico che si fa partito e prostituisce il nome di “libertà” a indicare il disprezzo di ogni regola che possa frenare o limitare la libido di un “potere enorme” – letteralmente e-norme, sottratto a ogni forma di civiltà e diritto. La legislazione ridotta per troppi anni a frabbrica di decreti fatti per favorire interessi particolari, o addirittura a ritagliare la giustizia penale a misura di impunità dei prepotenti. E infine una sorprendente maggioranza degli italiani che approva, sostiene e nutre questa impresa, e collabora passivamente e attivamente a dissipare, insieme, la migliore eredità morale e civile e il patrimonio di bellezza e cultura del nostro Paese.

Peccato davvero che Berlusconi non inviti mai la De Monticelli alle sue feste…

Advertisements

8 thoughts on “Party Girl

  1. Che bella questa citazione. In attesa che arrivi qualcuno a dire che De Monticelli è una trinariciuta leninstalmaoista con simpatie proddalemianvendoliane (e dato che da queste parti c’è qualcuno che lo direbbe davvero), me la rileggo.

  2. Bello il libro della De Monticelli, così come quello di un’altra filosofa, Franca D’Agostini, “Verità avvelenata”.
    Mi sembra che entrambe, in modi diversi, affrontino un tema filosofico, anzi una parola filosofica, oggi al centro della discussione, particolarmente in Italia ma non solo: niente meno che “la verità”.
    Appunto, che cos’è la verità ? Ponzio Pilato dava per scontato che non ci fosse risposta e che non valesse la pena discuterne. Invece è, dopo migliaia di anni, ancora una questione appunto centrale. Da Diego Marconi alla D’Agostini (“Disavventure della verità”) fino a Saviano da una parte, a Vattimo (“La verità non esiste”), a parte dell’epistemologia contemporanea, ecc., dall’altra.
    Considererei in questo quadro anche la querelle fra i sinologi Jullien e Billeter (con i rispettivi campi) …
    Non credo si possa discutere di filosofia su un blog, volevo solo far notare l’importanza di un dibattito (spesso fra sordi).
    Comunque, viva le pensatrici italiane per le loro argomentate prese di posizione.

  3. Wir erleben ein verlogenes und oft vulgäres Schauspiel, das nicht enden zu wollen scheint.

    Fürwahr ein derzeit unvorstellbares Szenario: der Regierungschef diskutiert mit Philosophinnen und Schriftstellern über Moral und Wahrheit …

    Es ist gut, daran zu erinnern, dass es Menschen gibt, die ernsthaft darüber reden wollen, was zu tun richtig und was für wahr zu halten vernünftig ist, auch wenn die philosophische Vertiefung dann nicht in einem Blog erfolgen kann.

    Und es geht ja nicht nur um akademische Dispute, sondern um ein öffentliches Klima, in welchem Anstand und Vernunft eine Chance erhalten gegen den herrschenden Zynismus.

  4. Grazie Hans, naturalmente sono del tutto d’accordo.
    Per fortuna, es gibt noch Menschen in Italien, die … ,
    wie es gibt nocht Richter in Milan …

  5. Quando nella contesa politica si gioca con concetti non volatili evolubili ma assoluti come addirittura la Verità, si corre il rischio di finire con le cinturine con su scritto Gott mit uns e con l imperativo morale di eliminare chi e’ contrario alla VERITA’, sia questa religiosa, ideologica, etnicopolitica.. Caro Mur, questo l hanno teorizzato polpotstalinhitlerlinquisizione e pure il Vecchio Pazzo di predappio…. Pensa Te che compagnia

  6. Adesso ci mancava pure un superciuk2008 novello adepto del pensiero debole… (povero Rovatti).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...