43 thoughts on “In punta di piedi

  1. In punta di piedi? Vista la foga con cui la butta dentro, a me ricorda piuttosto il Jordan che vinse la gara delle schiacciate battendo Dominique Wilkins (A.D. 1988)

  2. Peccato che il blog non esisteva ai tempi del Ministro Guidi.
    Avrei voluto vedere fino a che punto ti saresti spinto…

  3. Ah, a proposito di facce assimilabili al culo: un po’ di archeologia.
    Da Segnavia ho recuperato questo commento:

    Pinco Pallino detto
    24 settembre 2008 a 12:32 e

    BRUNETTA

    Lo vorrei vedere il ministro Brunetta in un confronto con Etranger: vorrei proprio vedere se sarebbe all’altezza.

    fonte: http://segnavia.wordpress.com/2008/09/22/brutta-tegola/#comment-11084

    Notare la finezza. Chi indovina chi si nasconde dietro il nick Pinco Pallino vince un pallone da calcio.

  4. Che bassezza, voi e non lui ! 😉 ma sì dai, ridiamocela tanto abbiamo stra vinto queste competizioni elettorali…

  5. vedi caro berto, ‘vincere’ di per sé non significa proprio nulla, non è affatto una cosa di cui vantarsi a priori. la storia è piena di stronzi vincenti, da nerone a hitler, da pol pot al tuo silvio. se vince uno stronzo c’è poco da essere allegri, perché uno stronzo perdente fa senz’altro meno male di uno stronzo vincente, ti pare? comunque, goditi pure insieme ai tuoi amici coprofili questo bel bagno maria nella merda, io intanto, se non ti dispiace, chiudo le finestre per non sentire il fetore che emana dalla vasca in cui sguazzate.

  6. Hai nominato tutti dittatori saliti al potere o che hanno comunque mantenuto il potere senza alcuna legittimazione democratica e popolare!
    …SILVIO ha tutto questo, quindi è meglio che le chiudi bene le finestre così sarò io a non sentire il fetore che esce dalla tua di vasca da bagno…

  7. ah ah ah ah ah!!!! ma che differenza fa, scusa?!?!?! fammi capire: se uno stronzo è legittimato democraticamente non è più uno stronzo?!?! o come ragioni?! ah, povero berto, quanto mi fai pena… ma poi, veramente, dimostri di non sapere nulla della storia, nulla, ma proprio nulla! i dittatori non sono stati legittimati dal popolo???!!!! ma sei pazzo??!! ma li hai mai visti i documentari sulle parate militari naziste??!! hai mai visto QUANTA GENTE c’era???!!!!! a piangere, svenire, lanciare grida, baci??!! hai mai visto quanta gente ADORAVA (e adora ancora oggi, nemmeno più di nascosto, ANZI…) mussolini??!! una GRANDISSIMA parte del popolo (la ‘massa’ becera, le pecore, i ‘terremotati mentali’) ha sempre AMATO ALLA FOLLIA i dittatori!!!! sei veramente un bimbetto ingenuo e ignorante. leggiti un po’ di roba sana, vai, cominciando da ‘la psicologia delle folle’ di gustave le bon, un testo importante della fine dell’ottocento che inluenzò lo stesso freud… ma LEGGI, STUDIA, RIFLETTI, RAGIONA COL TU’ CERVELLO, invece di da’ retta agli idioti e agli stronzi…

    (che roba, ragazzi… tanti, troppi di questi giovani non capiscono proprio un cazzo…)

  8. Fino a prova contraria, Hitler vinse le elezioni democraticamente e giunse al potere con un governo di coalizione.

    @Marco
    Visto il troiaio combinato da quella disgraziata della Gelmini, fra qualche anno nelle scuole dovranno dire ai ragazzi che le stragi di Marzabotto e Sant’ anna di Stazzema sono state orchestrate dai comunisti, i quali hanno provocato le SS e che quindi i nazisti sono stati innocenti. Anche le Fosse Ardeatine sono state una macchinazione comunista.
    E nei campi di streminio gli ebrei hanno gassato sei milioni di ariani.

  9. NON DITE CAZZATE, apparte Hiltel nessun’altro è stato legittimato democraticamente dal VOTO popolare alle urne… e smettete di offendere! Io non parlavo di popolarità, ma di elezioni democratiche…
    …a me sembra che voi non capiate nulla, c’è anche da dire che Hitler dopo quel voto convertì il suo ruolo da cancelliere a dittatore cogliendo un momento storico diffice e preciso per la Germania, tutte altre situazioni… e anche se fosse, Berlusconi cosa aspetta a convertire il suo governo in dittatura, ne avrebbe avuto più di una occasione…da 15 anni a questa parte!

    BERTO

  10. dopo il primo marzo emma bonino non ha avuto un secondo di presenza su tg1…
    non è già dittatura mediatica questa?
    minzolini che liquida i giornalisti scomodi oltre alle notizie non è già uno squadrista dell’informazione?
    un servo che non sa di esserlo non potrà mai avere un sussulto di dignità, salvo si scorga allo specchio prima o poi, ma chi ha venduto la propria dignità per un fiato di successo, uno scranno di potere, uno specchio di narcisismo..
    avrebbe bisogno di terapia per disintossicarsi,
    invece ha gli strumenti per intossicare e annebbiare chi ha paura non solo degli altri, diversi dal clan e i suoi pseudovalori ma persino del proprio pensare..meglio seguire la pancia,o ancora più in basso e votare la Mara!!

  11. @Graziano Hueller
    Dovresti essere un pochino più preciso…
    Se, come affermi tu, per votare la mara bisogna guardare più in basso, devi specificare che bisogna farlo guardando alla parte anteriore, perchè se ti volti verso quella posteriore, inevitabilmente voti questa sinistra che così bene è qui rappresentata.

  12. certo che è veramente difficile parlare con chi non condivide con noi non solo le idee (questo sarebbe mal di poco, anzi sarebbe senz’altro positivo) ma neanche gli strumenti di indagine. ogni intervento di berto e quasi tutti quelli di paddo mi lasciano basito, perché appunto non difendono alcuna idea, alcuna posizione, ma si limitano a stravolgere completamente la realtà. trovo molto grave non sapere e non capire che le dittature – ogni dittatura, compresa quella mascherata da democrazia, la più furba di tutte – non sono mai piovute dal cielo, sono sempre state preparate e sostenute da larghe coalizioni di potere (chiesa, industriali, etc.) – la trasformazione in dittatura effettiva non essendo altro che l’ultima – e automatica – mossa di un gioco iniziato molto tempo prima. mah… black-out, proprio, eh, buio pesto… ma cosa avete imparato a scuola?

  13. “preparate e sostenute da larghe coalizioni di potere (chiesa, industriali, etc.)”

    a cui va ovviamente aggiunto lo studiato rincretinimento del popolo conseguito con mezzi di volta in volta diversi (dai deliranti – ma appunto miratissimi – comizi di hitler alla televisione-spazzatura di berlusconi).

  14. hihhihi che eroi della democrazia che ospita questo blog, Paddo, io e Te ne dovremo essere onorati!!! ahahah

    😉
    LA VITA DEV’ESSERE DIFFCILE PER LORO! 🙂

  15. scherzi a parte, se fosse come dite voi qulsiasi tipo di legittimazione popolare è una strumentalizzazione ed illusione della povera gente senza senso!

    quindi, conclusione? a monte la democrazia?!!!

    BERTO
    non vi rendete ridicoli con queste frasi d’effetto da partigiani del 2010…

  16. arrogantello .. sbarbatello
    sulla lingua il coltello
    farai carriera
    magari al grande fratello
    auguri
    (sei davvero democratico? spiegami i dati delle presenze politiche al tg1 invece e smettila con l’asilo infantile!)

  17. Berto ah si avete vinto? Ti risulta per caso che la biancofiore sia diventata presidente della provincia di bolzano ??? 🙂 opssss… dimenticavo che qui avete percentuali da prefisso telefonico 🙂
    Certo che voi del pdl siete proprio una tristezza. per voi la politica è come il tifo da stadio anzi, come una puntata di “amici”, bianchi contro neri, buoni contro cattivi. Per questo che qui da noi non prenderete mai piede… prima di tutto perchè gli italiani che sono rimasti, non vi amano. secondo perchè la vostra concezione di politica è lontana anni luce dalla visione della politica presente nei paesi di area tedesca e in generale nord-europea. la merkel o durnwalder non si sognerebbero mai di demonizzare e offendere gli avversari politici o tirare fuori minchiate di dimensioni colossali tipo “l’amore vince contro l’odio”.

  18. @Marco Lenzi
    Il concetto di democrazia evidentemente è soggettivo.
    Per te è democrazia solo quando si vota e vince una certa parte, mentre è dittatura se vince l’altra.
    Gli insulti sono ignoranti sia che vengano da destra che da sinistra; non vedo nelle tue parole nè il rispetto verso i pensieri altrui, nè una volontà di confronto: è questo il concetto tuo di democrazia?

  19. no, dico solo che il voto, il ‘metodo democratico’, non è di per sé indice di democrazia. coloro che riducono il concetto di democrazia a un mero dato statistico lo svuotano del suo contenuto essenziale, che è quello di partecipazione e di consapevolezza, di assunzione di responsabilità e di cura della cosa pubblica. se democrazia vuol dire mercimonio di voti allora essa è una dittatura, perché non fa nessuna differenza se un criminale va al potere con la forza o col consenso popolare, anzi la fa semmai a favore del primo caso, perché chi prende il potere con la forza può sempre essere rovesciato da un popolo solidale, politicamente maturo e consapevole, mentre se ha il consenso non più di un popolo ma di una massa inerte, stupida e ignorante (e ripeto, studiatamente resa così da un interregno preparatorio e finalizzato alla presa del potere) allora sarà ben difficile liberarsene. insomma, paddo: questo paese è governato da un criminale, contornato da una cricca di corrotti e di stronzi. punto. il fatto che siano lì per elezione democratica non li rende persone migliori, anzi getta un’ombra lunga e triste sulla maggioranza dei cittadini, o meglio dei sudditi. non c’entra NULLA, in tutto questo, ESSERE DI UNA PARTE O DI UN’ALTRA: ci arrivi a capirlo? spero di sì.

  20. guarda, vediamo se lo capisci meglio così: io sono comunista, ma con pol pot ci avrei fatto le pol pet, hai capito? e cosa credi che avrebbero pensato de gasperi o montanelli, cioè uomini di destra (chi più chi meno), di renzo bossi? o di brunetta? o di sandro bondi? o di cota? o di salvini? CAPISCI?! ci si confronta tra persone degne, colte, competenti, sensibili, non tra persone oneste e criminali, LO CAPISCI QUESTO, CAZZO?? I CRIMINALI DEVONO ANDA’ IN GALERA!!!!! la vecchia dc è il PANTHEON rispetto a forza italia e alla lega, LO CAPISCI?! è l’accademia platonica, la nasa, la normale, il mit, il warburg institute, LO CAPISCI???!!!!

  21. @Marco Lenzi
    Il tuo discorso lo condivido appieno, e lo dico sinceramente, solo fino al punto in cui poi aggiungi gli insulti a Berlusconi.
    Cerca di lasciare da parte l’odio, perchè non è che altri siano meglio ( vedi mortadella ).
    Concentriamoci su quello che le nostre visioni hanno in comune e cerchiamo di partire da lì, perchè mi sembra che comunque entrambi abbiamo voglia di cambiare e di migliorare certe cose che non vanno.
    Sono pienamente d’accordo che il sistema elettorale attuale vada assolutamente cambiato, perchè non mi va assolutamente di dover andare a votare come un automa, mettendo solo il segno su un simbolo, senza poter scegliere la persona. non sono assolutamente d’accordo di dovere votare liste preconfezionate, costruitte ad arte per far eleggere chi vuole il partito, perchè qui concordo che non è non è democratico.
    Vorrei però azzardare una proposta ancora più rivoluzionaria, rispetto al voler cambiare la legge elettorale nel senso sopra spiegato.
    Perchè non cambiare il sistema elettorale, e le persone, cambiando non la legge elettorale, ma il sistema retributivo degli eletti?
    Per esempio: se si facesse una legge in base alla quale la retribuzione di un politico è pari al reddito medio dichiarato nei 5 anni precedenti alla sua elezione( non concorrono all’ammontare del reddito proventi da attività politiche in corso o passate) , eliminando questi immorali stipendi d’oro, quanti politici oggi in carica,votati al bene della società, cambierebbero mestiere o magari ne incomincerebbero uno?

  22. ooooh, lo vedi? siamo perfettamente d’accordo! su tutto quello che dici qui sopra tranne che su berlusconi, per cui la vedo comunque dura andare avanti. parlo con persone di destra ma non parlo con chi ammira berlusconi. scusami ma non ce la faccio proprio, è al di là di un limite che non ritengo arbitrariamente posto…

  23. @MarcoLenzi
    Peccato, però.
    Non voglio dire che la differenza tra un berlusconiano ed un comunista sia nel fatto che il primo dialoga con il secondo, mentre il secondo, in maniera assolutamente antidemocratica, no ( però l’ho detto 🙂 ), ma permettimi di dire che ciò che hai scritto non esalta proprio appieno la tua intelligenza; dire “siamo d’accordo su certe cose, ma non parlo a prescindere con un berlusconiano”, mi sembra un pochino limitato.
    Non ti pare?
    Se non altro mi offri uno splendido assist per poter dimostrare che è la sinistra a rifiutare il dialogo e la democrazia.

  24. no, non mi pare. prenditi pure lo splendido assist anche se non dimostrerai che è la sinistra a rifiutare il dialogo, ma semmai io. non mi vergogno minimamente di rifiutare il dialogo con qualcuno, visto che comunque si tratta delle classiche eccezioni che confermano la regola. e anche le regole della democrazia hanno eccezioni: ecco, per me berlusconi è un’eccezione. sta al di là. per quanto mi riguarda berlusconi deve solo mori’: spero che qualcuno più coraggioso di me possa aiutarlo presto in questo senso. il giorno che berlusconi morirà salterò di gioia e suonerò il banjo per dodici ore di fila. sarà uno dei giorni più belli della mia vita di cittadino italiano, un giorno di liberazione, almeno simbolica, come quando si sconfigge un cancro e si torna a sorridere alla vita.
    ci sono cose che esigono la massima intransigenza. mi spiace, ma se vuoi continuare a parlare con me bisogna che tu mi faccia capire che disprezzi quell’uomo, come lo disprezzano uomini di destra infinitamente più dignitosi di lui.
    ciao paddo.

  25. …e intendo disprezzarlo apertamente, non con quelle maniere goffe e camuffate del tipo”be’, ma gli altri non è che siano meglio di lui”, etc. etc. no: lui è IL PEGGIORE, come ho detto tante volte, l’essere più spregevole della terra, senza un solo eguale.

  26. scusa paddo, te non ti saresti augurato la morte di hitler? io sì. ecco, io mi auguro anche quella di berlusconi; che c’è di strano? è naturale che uno si auguri che sparisca un criminale che ha fatto tanto, anzi troppo male, non credi? “odiare i mascalzoni è cosa nobile” (quintiliano).

  27. Certa gente, mi sembra, sarebbe vissuta benissimo nel socialismo reale: “Compagno Consigliere politico, un tal marcolenzi ha parlato male del compagno Stalin, augurandosi addirittura la sua morte”; “Pronto, polizia politica? Ho sentito all’osteria uno che diceva che il piano quinquennale è un fallimento” etc., con successivo soggiorno del marcolenzi di turno nell’isola di Sacharin etc.
    Grazie, compagno Paddo, il Partito saprà come ringraziarti!

  28. veramente i peggiori anti comunisti di oggi sono stati (tra i peggiori ) comunisti -Ferrara, Liguori, ecc
    Quando la qualità non è tanto nelle idee, ma nella misura.. e chi non ci capiva una sega continua a non capirci una sega

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...