S’io fossi foco

Calderoli. Difficile trovare aggettivi per definirlo senza tracimare nello sproloquio e nelle offese più ingiuriose. Difficile non provare un senso di nausea e sconforto al pensiero della sua posizione istituzionale. Difficile insomma mantenersi nei limiti della decenza quando il soggetto in questione concentra sempre ogni suo sforzo per collocarsi e dunque trascinarci oltre quei limiti. La pira delle leggi inutili è una buffonata, questa sì, totalmente inutile. Una trovata scenica, uno spot di pessimo gusto preparato con cura pensando al pessimo gusto dei suoi pessimi elettori. Qui preme ricordare che tra le tante leggi “inutili” bruciate mancano all’appello i provvedimenti congegnati da Ettore Tolomei per falsificare la toponomastica sudtirolese. Evidentemente l’inutilità è un criterio molto relativo.

Leggi il commento di Gian Antonio Stella