Questo è parlar chiaro

Il nostro ineffabile e sempre così affabile superciuk, autore di un pamphlet di 1500 pagine intitolato provvisoriamente “Il guano bifronte”,  ha finalmente detto qualcosa di chiaro. Non un vero e proprio programma, ma qualcosa che si avvicina a un proclama. Glielo abbiamo dovuto tirare fuori con le pinze, per tutti questi anni. Ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Eppure la ricetta era semplice e, direi, a portata di mano. Luigi D’Ambrosio si è iscritto oggi (dopo tanto penare) al partito di Eva Klotz. Niente male per uno che ha scritto centinaia d’interventi per ironizzare contro quelli che avrebbero dovuto scendere in piazza e mettere i banchetti per la raccolta delle firme. Quando si dice un ragionatore lucido. Complimenti vivissimi.

Rispondo sempre, ma c’hanno la sindrome del compagno cogliombelo che dorme, che io, il tutto, compresi quelli che ci mangiano, di autonomia (pensa te cosa farebbero certi onanopoliticallzgwergelein se non ci fosse il mammellone provincialsvp), gli permetterei di vedere se voglion tornar con gli austriaci. Non è Italia, dai, inutile stare a discutere. Io proprio non lo capisco, questo accanimento contro questa gente. Ma davvero qualcuno pensa che, come con una donna, regali e regalini, magari pure o’ pelliccio’- serva a tener la compagna fedele se lei ama un altro? [per il resto leggi QUI]