Gli ecologisti delle ferrovie

Il telegiornale di France 3 ha dedicato questa sera un servizio sulle manifestazioni No Tav, intitolato “Gli ecologisti delle ferrovie”. Il servizio è stato collocato come primo nella scaletta del tg e lanciato tra i titoli di testa. Nel servizio si racconta che tra i quindici e i ventimila manifestanti si sono riuniti oggi sui Pirenei francesi per protestare contro la costruzione della linea ad alta velocità (in Francia viene chiamata come si deve) che dovrebbe unire Bordeaux al confine spagnolo. Quindi il servizio rende conto della manifestazione in Val di Susa, in opposizione alla costruzione della Lione-Torino. Viene detto che, malgrado il freddo, più di ventimila persone hanno preso parte, con donne e bambini in testa: “la resistenza è diventata cultura familiare”. Viene poi intervistato Alberto Perino, definito “il José Bovè della Valle” che ricorda come le trivellazioni siano state impedite dalle proteste popolari. “Si tratta di una dimostrazione di forza”, commentano i giornalisti francesi. Domani – ricorda il servizio – a Torino ci sarà una riunione di politici locali a sostegno dell’alta velocità. [rk]