SegnaVia a 300.000 visite

Alberto Burri, Cretto

Alberto Burri, Cretto

Zitto zitto, come l’erba dei prati che cresce senza che nessuno se ne accorga, il mio ex blog SegnaVia ha continuato a crescere con una costanza silente e metodica (media di 50 visite al giorno). E ieri ha toccato le 300.000 visite.

13 thoughts on “SegnaVia a 300.000 visite

  1. Secondo me sono quelli che vanno a leggere tra le righe per trovare modo di sporgere querela… 🙂
    Si sa, quando non si hanno strumenti intellettivi adeguati, spuntano avvocati o lettere minatorie: Berlusca docet.

  2. Curioso come si tenda a considerare la Rete come uno spazio effimero, in cui tutto è destinato a svanire rapidamente, quando invece rimane molto più al lungo di quanto possiamo immaginare e – spesso – desiderare.
    Di quel che in Rete pubblichiamo conserviamo la responsabilità, ancor prima estetica che non civile o penale: al proposito, credo che di SegnaVia tu possa andar a buon titolo fiero. Tolta, forse, qualche polemicuzza di troppo, ma si sa che ci sguazzi 😉

  3. massì schiaffiamoci un bel off topic

    gadilu ma di che ti sanno i cretti a te ? ci avrai mica ‘n ossessione? chessò: pelli di sauri antichissimi…il fegato che te scoppia…la terra che implode..dimme dimme

  4. @GiaT

    è proprio così.

    @ incredula

    grazie. ma anche questo non è male, purché riesca a liberarsi definitivamente della scorza dell’altro.

    @ Gambero

    mi pare che Valentino abbia salvato TUTTO SegnaVia su un CD rom (o su qualche altro supporto pseudo-immortale). Un giorno forse varrà qualcosa… 😉

    @ da

    Amo tantissimo i cretti di Burri. La testata di SegnaVia era perfetta: una via aperta all’interno di una terra che si sgretolava. Ma al di là dei significati possibili, sono proprio i valori plastici elementari che mi piacciono.

    @ Belfagor

    grazie dei complimenti. Passata la sbornia da facebook?

  5. No, affatto…e non è sbornia…
    Comunque mi diverto e trovo spunti interessanti di come sia facile divenire carismatici in alcune dimensioni parallele…

    Ma decisamente sono altri i campi e luoghi per contatti e riflessioni e discussioni…sono altri gli spazi e i luoghi del pensiero…

    Rinnovo i complimenti, ragazzo…se alcune spigolosità, in questo concordo con Franzelin, venissero smussate, sarebbe un blog perfetto…ma credo che le spigolosità ti piacciano da morire…

    ps In Salento ho conosciuto due tuoi fantastici conterranei…lui lavora al museo di Bolzano, lei insegna…mi hanno fatto capire molte cose su bilinguismo e su tutto il portato di alcune polemiche intorno alle scelte museali, ma anche di conservazione di monumenti, e della memoria ed il suo uso strumentale…

  6. Complimenti Gadilu, è da lì che ho cominciato a seguirti/vi e se il vecchio blog fosse stato, diciamo così, “debole” non avrei continuato a farlo qui su “sentieri interrotti”.
    Saluti dalla Romagna.

  7. Was soll man da sagen, Gratulation für den tollen Erfolg. Auch ich schaue noch manchmal rein, um mir einige tolle Disussionen nochmal durchzulesen und ins Gedächtnis zu rufen. Auch ich bin über “segnavia” und über BBD auf euch aufmerksam geworden, und eigentlich immer regelmässig hier unterwegs, einfach toll!
    UND WEITER SO!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...