18 thoughts on “Su Martin Graf

  1. Le dichiarazioni del Presidente della provincia di Bolzano dott. Luis Durnwalder sono inaccettabili, dovrebbe essere il presidente di tutti, oltretutto è la più alta carica istituzionale in Alto Adige / Suedtirol.
    SI DIMETTA !!!

    Alessandro BERTOLDI

  2. Le dichiarazioni/intervista con cui afferma che in caso di referendum voterebbe a favore dell’annessione all’Austria… Ti sembra normale che il presidente di una provincia appartenente allo stao italiano si comporti in questa maniera !!! e sputi nel piatto dove mangia, il signor più pagato della Merkel… io nonno di Pergine direbbe “l’è en caga cazzi” …

    ciao. ALE

  3. LA VICENDA:

    “Il vice presidente del Parlamento austriaco Martin Graf, si spinge a proporre un referendum popolare per il “Tirolo unito e il diritto all’autodeterminazione per i sudtirolesi”. La questione altoatesina insomma, ritorna periodicamente ad occupare le pagine dei giornali e le menti dei c.d. oltranzisti. Non poteva quindi non suscitare anche in ambito locale la solita smania di autodeterminazione. Evidentemente anche il sig. Graf insieme al Consigliere Knoll dovrebbero fare un ripasso di diritto internazionale in quanto sono un po’ carenti in materia. Dovrebbero sapere infatti che il principio di autodeterminazione deve essere contemperato con il principio dell’integrità territoriale non solo degli stati, ma anche dell’unità territoriale oggetto del diritto all’autodeterminazione. In sostanza il diritto internazionale non favorisce la secessione. L’autodeterminazione è un diritto che fa capo , innanzitutto, ai popoli sotto dominazione coloniale o razzista, o che si trovano in una situazione assimilabile a un regime coloniale e non mi sembra che questo sia il caso dell’Alto Adige. Per esempio, la Corte suprema del Canada, nel pronunciarsi (negativamente) sulla pretesa del Quebec di secedere dalla madrepatria, ha affermato che l’autodeterminazione spetta alle ex colonie, ai popoli assoggettati ad una dominazione militare straniera, e ad un gruppo sociale ben definito, che si vede rifiutare un accesso effettivo alle autorità pubbliche, rivolto ad ottenere il suo sviluppo politico, economico, sociale e culturale.
    Detto questo, è bene sottolineare un’altra questione che deve essere chiara per tutti coloro che continuano ad assimilare le minoranze linguistiche ai popoli: le minoranze, non sono considerate dal diritto internazionale alla stregua dei popoli, e non sono titolari di un diritto di autodeterminazione (esterna). Per le minoranze, la dimensione interna dell’autodeterminazione può essere attuata mediante la concessione dell’autonomia, così come lo Stato italiano ha attuato con successo in questa Provincia dando la possibilità di convivere nella prosperità in pace e nel rispetto reciproco alle diverse culture, alle diverse storie, ed alle diverse lingue caratterizzando la nostra Provincia in Europa e nel mondo per la sua unicità.”

    Dott. Enrico LILLO
    PDL Bolzano

  4. Berto, wenn du Martin Graf als Nationalsozialisten bezeichnest hast du gar nichts verstanden. Kennst du den unterschied zwischen einem Nationalliberalen und einem Nationalsozialisten nicht? Dann rate ich dir einiges an Lektüre über politische Theorie.

    Kleiner Tipp zu Südtirol: Die Nazis haben die Brennergrenze als unantastbar angesehen, mich wundert immer wieder wie diese Führerbefehl noch heute in Europa als unverhandelbar gilt und strikt ausgeführt wird.

  5. Sosigis, una frontiera a Salorno non c’è mai stata. A me meraviglia che voi ce la volete mettere.

  6. Lorenz, neppure ti rendi conto quanto queste tue affermazioni siano nocive all’immagine del tuo movimento (movimento che comunque non ha già nessun credito e mai l’avrà). Siete degli estremisti irresponsabili, stupidi e infantili.

  7. @Sosigis
    Ich hatte vor 9 Jahren das Vergnügen, Herrn Martin Graf während eines Vortragabends erleben zu dürfen und war nicht der einziger, der dabei sein Kopf geschüttelt hat. Ich konnte mich noch mit ihm persönlich unterhalten.
    Mir kam er vor, wie ein Nazi der versucht, bürgerlich-konservativ rüberzukommen, und das sind bei der FPÖ mindestens 90% der Leute.

  8. Anzichè andare verso l’Europa unita di fatto, questi movimentucoli vorrebbero tornare all’ottocento e magari alle guerre, massima espressione della stupidità nazionalista che sotto sotto li sorregge. Perchè abbiamo gioventù cosi piena di vecchiume?

  9. Perchè abbiamo gioventù cosi piena di vecchiume?

    Faschodenkmal, Bentitorelief in Bozen…. Faschisten in der Regierung in Rom…..

    .. echt der Hammer … hast recht Luigi.. echt zum heulen…..

  10. Pingback: Oscar Ferrari. il blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...