Alta società

“Alta società” è (o era, non sono più molto informato) il titolo di una mini-rubrica quotidiana, curata da Carlo Rossella, sull’ultima pagina del Foglio. Una rubrica di “pubblica futilità”, però molto divertente.

Qualcosa del genere, oggi, sul Corriere della Sera.

Yves (Saint-Laurent) andava spesso insieme a Pierre (Bergé) da Olga (Berruti), per ordinare le scarpe. E capitava quasi sempre che i due scegliessero lo stesso modello. Passato il tempo, quando le loro scarpe tornavano per una “remise en beauté”, Olga notava che le due paia avevano assunto ognuna la personalità di chi le aveva indossate. Il loro aspetto era totalmente differente, sembravano due modelli di scarpe diversi. Portandole, nel cuoio erano rimasti impressi i sentimenti, la vitalità, la forza.

Ecco. Dedico questo post all’autore di questo blog.

One thought on “Alta società

  1. Danke, zuviel der Ehre. Ich will aber schon festhalten, dass man diesen Blog augenzwinkernd lesen sollte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...